Translate

domenica 14 settembre 2014

alternative naturali all’uso di cortisonici

ribes nero_cortisone naturale




I farmaci cortisonici sono dei farmaciantinfiammatori utilizzati per la cura di numerose malattie ad andamento acuto e cronico: malattie dell’apparato respiratorio, allergie, infiammazioni.
La loro capacità è legata al fatto di essere strutturalmente simili al cortisolo, un ormone steroideo fisiologicamente prodotto dalle ghiandole surrenali. Hanno infatti il compito di riprodurre le funzioni di questo ormone: modulare le reazioni infiammatorie e l’attività del sistema immunitario.
Il loro effetto si manifesta molto rapidamente e gli effetti collaterali non sono assolutamente da sottovalutare.

EFFETTI COLLATERALI DEI CORTISONICI
Gli effetti collaterali dei farmaci cortisonici sono veramente molto numerosi. Si va dal semplice aumento di peso, all’irritabilità, all’ipertensione arteriosa, al rischio di diabete, alla comparsa di ulcere gastriche finanche al rischio di osteoporosi.
Ecco perché è sempre meglio non abusarne e, quando è possibile, sostituirli con dei cortisonici naturali.

ALTERNATIVE NATURALI

Le alternative naturali ai farmaci cortisonici ci sono. Esistono diversi studi a riguardo, soprattutto per quanto concerne l’azione di un potente cortisonico naturale: il ribes nero.
Naturalmente, all’interno del discorso rientrano anche tutti i rimedi naturali importanti per il riequilibrio dell’infiammazione immunitaria e allergica, come l’assunzione di minerali come il manganese, il rame, lo zinco e il magnesio o altri prodotti fitoterapici come la curcuma e la boswellia.
Ma procediamo per ordine e vediamo insieme 3 alternative naturali ai farmaci cortisonici.

RIBES NIGRUM

Il ribes è un arbusto di cui esistono differenti qualità: esiste quello bianco, quello rosso e quello nero.
Il ribes nero, in particolare, è considerato molto efficace nel trattamento delle allergie, di dolori articolari, reumatici, della fragilità capillare. Inoltre, stimola la corteccia surrenale e alza le difese immunitarie.
In genere, come sostituto ai farmaci cortisonici, viene assunto sotto forma di tintura madre.
Le gemme di Ribes nigrum agiscono sulla corteccia surrenale (è proprio questo che le rende simili al cortisone), inibiscono i processi infiammatori, la formazione di essudato e normalizzano i disordini immunitari dovuti a reazioni allergiche.
Il consumo del frutto consente all’organismo di avere sempre in circolo una minima quantità diantinfiammatorio naturale. Compito della tintura madre sarà invece intervenire in situazioni che richiedono un risultato immediato.
Si utilizza in genere per infiammazioni articolari, dermatiti, dermatosi, eczemi, sindromi allergiche acute, sindromi infiammatorie, congiuntiviti allergiche, riniti, riniti allergiche stagionali, parotite, orticarie allergiche, emicranie allergiche, cefalee.
Il suo consumo non è indicato per le persone ipertese, con pressione alta, in gravidanza e durante l’allattamento.

Nessun commento:

Posta un commento