Translate

domenica 30 ottobre 2016

Carenza di Vitamina B12 : ecco i sintomi che non dovresti mai ignorare !



I sintomi di carenza di vitamina B12 sono:

  • Perdita di energia o debolezza
  • Confusione
  • Problemi di sonno
  • Problemi digestivi
  • Cattiva circolazione
  • Perdita della vista o dell’udito
  • Problemi di memoria
  • Vertigini
  • Nebbia cerebrale
  • Sbalzi insoliti d’umore/rabbia/psicosi
  • Formicolio alle estremità
  • Abbassamento del sistema immunitario
  • Sanguinamento delle gengive o facile ecchimosi
  • Perdita di peso

I sintomi più gravi di carenza di vitamina B12 sono:

  • Pelle giallastra
  • Stanchezza
  • Mancanza di respiro
  • Mal di testa
  • Intorpidimento o formicolio alle mani e ai piedi
  • Problemi a mantenere l’equilibrio
  • Psicosi


Chi è più a rischio?

E’ importante controllare il tuo livello di B12 soprattutto se sei:
  • Vegetariano o vegano
  • Se soffri di disturbi intestinali come Morbo di Crohn, celiachia o infezione da candida cronica
  • Un bevitore di alcool
  • Se utilizzi, per altri problemi di salute, farmaci che riducono l’acidità
  • Se soffri di malattie autoimmuni
…o se soffri di uno o più sintomi indicati nella lista di cui sopra.




Riassumendo…

Se riscontri di avere livelli bassi di vitamina B12, può essere consigliabile  assumere degli integratori. 
L’assorbimento più rapido e sicuro di vitamina B12 è l’integratore :
FORMULA IV      gnld     NEOLIFE
































La vitamina B12 (cobalamina) è un nutriente essenziale per molte funzioni del nostro corpo, ma purtroppo gran parte della popolazione ne è carente. Inoltre, la stragrande maggioranza delle persone non è consapevole che una carenza di vitamina B12 può essere responsabile di una serie di sintomi non immediatamente riconducibili ad una carenza di vitamina B12 (circa il 50% dei pazienti con malattie subcliniche hanno una carenza di B12).




















Vitamina B12 – Perché è importante?

La vitamina B12 svolge un ruolo cruciale all’interno del nostro corpo. E’ responsabile della produzione delle cellule sane e i nostri nervi non possono lavorare in modo efficiente senza delle adeguate quantità di questa vitamina. È l’elemento che il corpo usa per la formazione e riparazione del DNA, che mantiene il nostro sistema immunitario sotto controllo, regola i nostri cicli dell’umore e del sonno, aiuta a gestire lo stress nel corpo e supporta la corretta funzione neurologica.

La funzione del cervello

Con l’avanzare dell’età il nostro cervello tende a restringersi e la funzione cognitiva comincia a rallentare. E’ stato dimostrato che un’integrazione di vitamina B12 è in grado di rallentare questo processo e limitare la perdita di memoria.
Gli studi hanno dimostrato che 1 anziano su 2 mostra una diminuzione dei livelli di vitamina B 12, perché con l’invecchiamento si è meno in grado di assorbire questa vitamina a causa del declino in una glico-proteina prodotta nel nostro stomaco chiamata fattore intrinseco. 
Gli adulti più giovani possono essere soggetti ad un basso contenuto di vitamina B12, soprattutto coloro che hanno disturbi digestivi e chi segue una dieta vegetariana o vegana.
Una condizione nota come l’anemia perniciosa – per fortuna abbastanza rara – può essere causata anche da livelli cronici di vitamina B12, e questa condizione può portare ad alcune forme di demenza. L’anemia perniciosa è una condizione grave e i primi sintomi sono spesso: confusione, lentezza, irritabilità e apatia.



Fonti naturali di vitamina B12

La B12 è una vitamina unica, in quanto fonti naturali si trovano solo negli alimenti di origine animale (vedi ulteriori informazioni qui di seguito), ma alcuni alimenti pre-confezionati sono arricchiti con una forma sintetica di vitamina B12. A seconda della tua dieta e della tua età, è possibile che tu non stia assumendo una quantità sufficiente di questa importante vitamina.

Alcuni alimenti vegetali contengono una percentuale di B12, ma gli studi hanno dimostrato che il corpo umano non è in grado di utilizzare il modulo a base vegetale di vitamina B12, il che significa che vegetariani e vegani sono ad alto rischio di sviluppare una carenza di questa vitamina, nonostante essi includano nella loro dieta alimenti vegetali che contengono una percentuale di B12. La vitamina B12 è prodotta biologicamente solo dai batteri presenti nell’intestino degli animali e, a differenza di altre vitamine, questa non possiamo ottenerla dalle piante o dalla luce solare.







Le migliori fonti alimentari di vitamina B12 sono la carne rossa, il pollame, il pesce, le uova, i crostacei, il latte e la maggior parte dei prodotti lattiero-caseari. Tuttavia, anche quelli che mangiano quantità abbondanti di questi alimenti possono essere a volte carenti, a causa di alcune condizioni di salute, oppure a causa dell’età (come già detto sopra). Inoltre il rivestimento del nostro stomaco perde anche la sua capacità di produrre adeguate quantità di acido cloridrico, che è necessario per la ripartizione e l’assorbimento della B12 dal cibo. Alcune persone che hanno problemi digestivi o assumono farmaci che bloccano l’assorbimento, sono a più alto rischio in quanto non sono in grado di assorbire questa vitamina.



x acquisti o x diventare distributore 




I sintomi di carenza di vitamina B12 sono:

  • Perdita di energia o debolezza
  • Confusione
  • Problemi di sonno
  • Problemi digestivi
  • Cattiva circolazione
  • Perdita della vista o dell’udito
  • Problemi di memoria
  • Vertigini
  • Nebbia cerebrale
  • Sbalzi insoliti d’umore/rabbia/psicosi
  • Formicolio alle estremità
  • Abbassamento del sistema immunitario
  • Sanguinamento delle gengive o facile ecchimosi
  • Perdita di peso

I sintomi più gravi di carenza di vitamina B12 sono:

  • Pelle giallastra
  • Stanchezza
  • Mancanza di respiro
  • Mal di testa
  • Intorpidimento o formicolio alle mani e ai piedi
  • Problemi a mantenere l’equilibrio
  • Psicosi


Chi è più a rischio?

E’ importante controllare il tuo livello di B12 soprattutto se sei:
  • Vegetariano o vegano
  • Se soffri di disturbi intestinali come Morbo di Crohn, celiachia o infezione da candida cronica
  • Un bevitore di alcool
  • Se utilizzi, per altri problemi di salute, farmaci che riducono l’acidità
  • Se soffri di malattie autoimmuni
…o se soffri di uno o più sintomi indicati nella lista di cui sopra.

Riassumendo…

Se riscontri di avere livelli bassi di vitamina B12, può essere consigliabile  assumere degli integratori. 
L’assorbimento più rapido e sicuro di vitamina B12 è l’integratore :
FORMULA IV      gnld     NEOLIFE














x acquisti o x diventare distributore
telefono 349 5256058


INCREDIBILE ma VERO – Frutta e verdura hanno l’80% in meno di vitamine e minerali rispetto a 30 anni fa !!





Gli scienziati confermano: la frutta e verdura che mangiamo ha perso quasi tutti i suoi nutrienti a causa delle ibridizzazioni delle specie, l’impoverimento dei terreni, lunga conservazione e l’inquinamento atmosferico. Si è arricchita invece di metalli pesanti.
Quanti di noi concordano che ormai la frutta ha perso il suo sapore? Che le verdure marciscono subito e non sono per nulla gustose? Certamente farne dei frullati e aggiungere tanto condimento aiuta a renderle più gradevoli però dovremmo mangiarne almeno 7 volte tanto per ottenere le stesse vitamine e minerali che assumevano i nostri genitori e i nostri nonni.



Il Dr. Donald Davis, un ex ricercatore presso l’Istituto Biochimica presso l’Università del Texas, Austin, ha guidato un team che ha analizzato 43 tipi di frutta e verdura confrontando i valori di vitamine e minerali nel 1950 e nel 1999. Il calo più sostanziale riguarda calcio, proteine, vitamina C, fosforo, ferro e riboflavina. «Hanno avuto un crollo medio del 40%» afferma il ricercatore.  Ad esempio 100 gr di broccoli che nel 1950 contenevano 130 mg di calcio nel 1999 quel valore è sceso a 48 mg.



Non accusiamo semplicemente la dieta moderna delle malattie in crescita esponenziale della nostra epoca: una carenza di vitamine e minerali  può innescare ogni serie di disturbi ed aumentare la mortalità, ed oggi è sempre più difficile assimilare questi nutrienti preziosi.  Già 30 anni fa la sola dieta sarebbe stata sufficiente a fornire un adeguato apporto vitaminico: ecco perché i nostri avi riuscivano a lavorare nei campi tutto il giorno senza mangiare molto ed erano più forti. Oggi invece, il cibo si è impoverito dei micronutrienti necessari per mantenere uno stato di salute ottimale.



Un’analisi del Kushi Institute dei nutrienti nel periodo 1975-1997 ha trovato che i livelli medi di calcio in 12 verdure fresche è sceso del 27%; i livelli di ferro 37%; i livelli di vitamina A il 21%, e livelli di vitamina C del 30%. Un analogo studio britannico dei nutrienti nella frutta e verdura nel periodo 1930-1980, pubblicato sul British Food Journal, ha scoperto che in 20 verdure il contenuto medio di calcio era diminuito del 19%; ferro 22%; e potassio 14%. Ancora un altro studio ha concluso che si dovrebbero mangiare oggi otto arance per ricavare la stessa quantità di vitamina A che i nostri nonni avrebbero ottenuto da una.



Infatti oggi la situazione è molto peggiorata rispetto a 20-30 anni fa. Una ricerca eseguita in Germania dal Prof. Liesen di Monaco, sono state effettuate analisi su campioni di vegetali regolarmente in vendita nei negozi e supermercati (sia grande che piccola distribuzione). I dati riportano le differenze nutrizionali nell’arco di circa dieci anni (1985-1996) nel contenuto di calcio, acido folico, magnesio, vitamina C e vitamina B in alcuni frutti e verdure espresse in mg.
Come possiamo vedere dalla tabella dal 1985 al 1996 c’è una diminuzione generale di circa il 50% e dal 1996 al 2002 (in soli 6 anni) c’è un ulteriore diminuzione media del 40%. Ed oggi nel 2016 dopo 14 anni, cosa dobbiamo aspettarci? Già la situazione nel 1985 non era ottima dato che come dimostra lo studio britannico, c’era già un calo medio del 20% rispetto al 1930. Se vogliamo fare un calcolo medio riassuntivo possiamo quindi dire che se nel 1930, ad esempio, un frutto conteneva 100mg di vitamine, nel 2002 ce ne sono solo 24mg !
 Ovvero per assimilare lo stesso contenuto vitaminico nel 2002 bisogna mangiare circa 5 frutti anziché 1! Ed oggi nel 2016 ?




Perché oggi frutta e verdura sono così svuotate di nutrienti ?

Secondo il Dr. Donald Davis: «la colpa è delle nuove tecniche competitive usate dagli agricoltori per aumentare i profitti sono costretti a maggiorare la produzione, usando sistemi che fanno incrementare e maturare i raccolti assai più velocemente. Frutta e verdura pompate all’inverosimile e in maniera artificiale non hanno il tempo di sviluppare le naturali proprietà nutrizionali, tipiche di uno sviluppo normale. Gli sforzi per allevare nuove varietà di colture che forniscono una maggiore resa, la resistenza dei parassiti e la capacità di adattamento del clima hanno permesso colture a crescere più grandi e più rapidamente, ma la loro capacità di produrre ed aassorbire sostanze nutritive non può tenere il passo con la loro rapida crescita. Gli agricoltori vengono pagati a peso, non a seconda delle vitamine nei loro prodotti.  
Gli scienziati lo chiamano “effetto diluizione”: più la frutta e la verdura diventano grandi e rigogliose, meno contengono minerali, vitamine e altre sostanze nutritive
E’ un rapporto inversamente proporzionale, il raccolto più ricco diventa automaticamente il più povero.



Quindi secondo il ricercatore americano, l’uso di fertilizzanti sintetici, fitofarmaci e pesticidi insieme all’ibridizzazione delle specie impedisce alla pianta di sviluppare il suo contenuto nutritivo.
Una storia diversa avviene quindi con prodotti biologici. “Evitando fertilizzanti sintetici, gli agricoltori biologici mettono sotto stress le piante, e quando le piante avvertono lo stress, si proteggono dall’ambiente producendo i fitonutrienti”, spiega Alyson Mitchell, PhD, professore di scienza della nutrizione presso l’Università della California. Il suo studio di 10 anni nel Journal of Agricultural and Food Chemistry ha dimostrato che i pomodori biologici possono avere fino al 30% di fitonutrienti in più rispetto a quelli convenzionali.



Un’altra ragione per la carenza vitamina è dovuta alla grande produzione estensiva che richiede lunghi tempi di conservazione e trasporto che non fanno altro che accelerare la perdita di nutrienti. I nutrienti in frutta e verdura cominciano a diminuire appena li raccogliamo dalla pianta.
 Questa perdita di sostanze nutritive può essere minimizzata con il surgelamento e l’essiccazione a massimo 42 °C. L’ideale è quindi acquistare quindi da un piccolo produttore locale che raccoglie solo quando necessario. In alternativa avere il proprio piccolo orto è sempre la soluzione migliore quando ne abbiamo la possibilità.



Infine c’è un fattore di perdita di nutrienti molto sottile di cui si parla poco ed è l’inquinamento dei terreni dovuto ai metalli pesanti presenti nei terreni. L’alluminio rilasciato nell’atmosfera e nelle falde acquifere oltre ad essere tossico per il cervello umano è anche tossico per le piante perché acidifica il terreno alterandone il pH ed impedendo quindi alle piante di assorbire i nutrienti dal suolo. Il problema dei metalli pesanti riguarda anche i residui presenti nel cibo infatti molti pesticidi sono a base di metalli che rimangono e sono stati trovati nelle analisi.
Ragione per cui dobbiamo " INTEGRARE " !
Gli integratori della GNLD NEOLIFE svolgono un' ottima integrazione alle carenze vitaminiche dei tempi odierni !

FLAVONOID COMPLEX 
a base di frutti di bosco e frutta mista






























FLAVONOID COMPLEX 

ideale x :
GONFIORE AI PIEDI E GAMBE
RITENZIONE IDRICA
EMORROIDI
VISTA
MIGLIORARE LA CIRCOLAZIONE SANGUINEA






















x acquisti o x diventare distributore 



CAROTENOD COMPLEX gnld NEOLIFE
vitamina A

L' integratore + concentrato al MONDO !
Ogni capsula contiene 600 CAROTENOIDI !
estratti da 116 kg di frutta e verdura


Assumento quotidianamente carotenoid complex in 20 giorni si alzano del 37 % le difese immunitarie !







































x acquisti o x diventare distributore 


SUSTAINED C 
integratore di vitamina C super concentrato e quindi super efficace!






ideale x 

ALZARE LE DIFESE IMMUNITARIE

PREVENIRE E CURARE  RAFFREDDORE

INFLUENZA

FEBBRE

aspetto della PELLE
( la vitamina C contiene COLLAGENE )





x acquisti o x diventare distributore 










sabato 29 ottobre 2016

DI COSA HANNO BISOGNO GLI ATLETI ? 
VTAMINE e MINERALI 
svolgono molte funzioni nel corpo dell' atleta, che includono la produzione di energia ed il mantenimento dei tessuti, delle ossa e della funzione immunitaria.
L' esercizio fisico sottopone a stress molte delle vie biochimiche in cui è richiesta la presenza di micronutrienti, aumentando il ricambio e la perdita di questi nutrienti.



Pertanto, gli atleti potrebbero avere fabbisogni più grandi di questi micronutrienti, per mantenere e costruire i muscoli e mantenere una normale funzione psicologica.
Diamo un' occhiata ad alcuni dei più comuni nutrienti interessati: CALCIO vitamina D, vitamine del gruppo B, FERRO, ZINCO MAGNESIO.


















CALCIO e VITAMINA D
NUTRIENTI CHIAVE PER LE OSSA !

Ossa forti sono essenziali per l' allenamento ed il rendimento atletico poiché forniscono una struttura forte e rigida per i muscoli. 
Senza un' adeguata nutrizione, la struttura delle ossa può risultare compromessa e sottoporre gli atleti a rischio di ossa deboli, fratture e osteoporosi. In aggiunta ad un introito adeguato di calorie della dieta , il calcio è un nutriente chiave nel mantenere ossa sane e la vitamina D contribuisce al normale assorbimento / utilizzazione del calcio.



La ricerca suggerisce che gli atleti che vivono nelle latitudini a nord, dove c' è una minore esposizione al sole, o che si allenano principalmente al chiuso durante l' anno, come i ginnasti e i pattinatori, sono particolarmente a rischio di carenza di vitamina D e trarrebbero beneficio mangiando cibi fortificanti o integrando con vitamina D.




  KAL MAD PLUS D
calcio magnesio e vitamina D 
per il mantenimento di ossa, muscolatura e denti sani e per la riduzione della stanchezza !








KAL MAG PLUS D
codice:  724
n° 180 compresse



x acquisti o x diventare distributore 























x acquisti o x diventare distributore 
telefono uff : 

 02 90725686
e-mail : gnld-golden-neolife@mail.com

cellulare :  349 5256058