Translate

lunedì 21 novembre 2016

Mal di testa? 

Attento a cosa mangi. Uno studio      americano punta il dito contro il glutammato, i nitriti dei salumi e il caffè


Hai spesso mal di testa? Il problema potrebbe stare nel piatto. Quello che si mangia influisce sul fastidioso cerchio alla testa, secondo uno studio americano dell’Università di Cincinnati, pubblicato sulla rivista Headache, alcuni cibi specifici possono aumentare l’emicrania, in particolar modo nei soggetti predisposti. Vino bianco, liquori o troppi caffè, per esempio. 


Lo studio valuta i risultati su 200 pazienti. Gli scienziati americani consigliano una doppia strategia: si possono iniziare ad eliminare gli alimenti responsabili dell’emicrania come quelli che contengono glutammato o i nitrati dei vini, dall’altro seguire un regime alimentare che potrebbe limitare il mal di testa. 
Quali sono i cibi incriminati ? 
Gli insaccati perché contengono nitriti e il glutammato che 
è contenuto anche nel ketchup.




Il caffè è al centro di una disputa. Per alcuni è in grado di alleviare il fastidio alla testa, altri lo considerano responsabile della sua esplosione, in caso di abuso. Non bisognerebbe mai superare le quattro tazzine giornaliere, dice lo studio. Ma eliminare del tutto l’assunzione crea il rischio di dolori alla testa per carenza di caffeina. Bere molto durante i pasti, superando il litro d’acqua a pranzo, allevia i sintomi. Può essere utile contro il mal di testa anche l’aumento quotidiano di acidi grassi, come omega-3, unito ad un calo di acidi grassi omega-6. A cena largo al merluzzo, quindi, e meno oli vegetali come quello di girasole. Niente vino bianco, però, sennò poi il mal di testa torna.

OMEGA 3 PLUS   gnld      NEOLIFE



















x acquisti o x diventare distributore                                               
telefono   349  5256058





































Nessun commento:

Posta un commento