Translate

mercoledì 25 gennaio 2017

La presenza di emicrania si associa al rischio di ictus peri-operatorio !





Nei pazienti chirurgici con storia di emicrania aumenta il rischio di ictus ischemico peri-operatorio, secondo i risultati di a uno studio appena pubblicato sul British Medical Journal e coordinato da Matthias Eikermann, direttore del dipartimento di anestesia, rianimazione e medicina del dolore al Massachusetts General Hospital e Harvard Medical School di Boston. «Fino a un quinto della popolazione generale soffre di emicrania, un disturbo che influenza sia il sistema nervoso sia quello vascolare, mentre lo stress chirurgico e le risposte infiammatorie post-procedurali sono note per facilitare fenomeni tromboembolici con conseguente aumento del rischio di ictus ischemico al momento dell'intervento» spiegano i ricercatori, che per verificare eventuali collegamenti fra presenza di emicrania e rischio di ictus ischemico peri-operatorio hanno esaminato le cartelle cliniche di quasi 125.000 pazienti operati in anestesia generale con ventilazione meccanica in tre ospedali del Massachusetts tra il 2007 e il 2014. Di questi, l'8% aveva una diagnosi di emicrania, e il 13% ha avuto un'emicrania con aura.


«Nel complesso, lo 0,6% dei pazienti ha avuto un ictus ischemico peri-operatorio entro 30 giorni dopo l'intervento chirurgico» riprende l'autore, precisando che rispetto ai pazienti non emicranici, quelli con l'emicrania avevano un aumento del 75% delle probabilità di avere un ictus, rischio che aumentava ulteriormente se l'emicrania era con aura. In altri termini, secondo le stime di Eikermann e colleghi, per ogni 1.000 pazienti chirurgici ci sarebbero 2,4 ictus ischemici, che diventerebbero 3,9 nei pazienti con emicrania senza aura e 6,3 in quelli con aura. «Alla luce di questi dati suggeriamo di inserire la presenza emicrania con o senza aura nella valutazione del rischio peri-operatorio» concludono gli autori.

Posso davvero confermare il tutto proprio perché mio marito aveva spesso forti mal di testa e purtroppo ha avuto 3 ictus in 6 anni.
Noi davamo la causa del suo mal di testa al fatto che cantando ( la sua attività professionale ) gli procurava forti emicranie e invece erano gli sbalzi di pressione che i medici hanno sottovalutato.
Per mantenere la pressione regolare si consiglia :
GARLIC ALLIUM  gnld    NEOLIFE
totalmente naturale ! Contiene AGLIO e CIPOLLA 




  • Aglio e cipolla contribuiscono alla regolare funzionalità dell’apparato cardiovascolare ed al metabolismo dei lipidi.
  • L’aglio contribuisce alla regolarità della pressione arteriosa.















  • Allicina attiva e composti bioattivi per rispondere alle necessità del tuo organismo.


X ACQUISTI O X DIVENTARE DISTRIBUTORE 






E-MAIL :    GNLD-GOLDEN-NEOLIFE@MAIL.COM


























Nessun commento:

Posta un commento